PLANT MANAGER food industry

21 novembre 2016
Produzione Industriale / Manufacturing
Località: Emilia

Un plant manager proveniente da industrie alimentari (magari proprio dai prodotti da forno), abituato a gestire processi a flusso continuo, molto automatizzati e caratterizzati da elevati ritmi produttivi, disponibile a risiedere e lavorare in Emilia durante la settimana. Contesto multinazionale e inglese necessario


AZIENDA

Società italiana controllata da una multinazionale specializzata con più plant specializzati nella produzione in alta serie di alimentari destinati a grandi clienti. Lo stabilimento oggetto della selezione ha sede in Emilia e produce a ciclo continuo 24h per 5 gg/settimana. 

POSIZIONE

Rispondendo all’AD della società italiana, avrà la responsabilità del coordinamento di tutte le Operation dello stabilimento emiliano, dalla pianificazione alla logistica in uscita, di tutto il personale (circa 70 dipendenti) e delle attività di Ricerca e Sviluppo prodotto/processo, secondo gli obiettivi e i budget concordati con la Direzione. La manutenzione è da coordinare ma è affidata ad una società esterna.

Il processo produttivo è a ciclo continuo ed è caratterizzato da elevate velocità, stretti parametri qualitativi (in termini di standard), poche variabili prodotto ma con grandi quantità, elevata automazione e sistemi elettronici di controllo del prodotto molto sofisticati. In questo contesto diventa fondamentale la capacità di tenere sotto controllo un ampia gamma di KPI, coordinando gli interventi con grande tempestività in presenza di problemi nel processo.

Le attività di R&D, svolte in collaborazione con importanti centri universitari, spaziano dalla sperimentazione su materie prime ai processi industriali e vanno coordinate anche dal punto di vista delle relazioni con gli Enti esterni. 

REQUISITI

Ricerchiamo una persona con esperienza nella gestione completa di processi industriali a ciclo continuo con prodotti di serie.

E’ preferibile ma non indispensabile la provenienza dal settore alimentare: l’importante è che ci sia la capacità di gestire le tipiche dinamiche di una produzione velocissima e con termini rigidi di qualità e consegna, in presenza di un prodotto con elevate variabili che influiscono sul risultato atteso.

Per quanto riguarda la formazione, potrebbe essere un ingegnere di taglio gestionale o un tecnologo alimentare con profonde competenze nel governo di impianti ad elevata automazione. La chiave del successo sarà come sempre il mix tra competenze tecnico-gestionali e capacità di gestire, valorizzare e controllare i collaboratori. 

Per la natura stessa del processo a ciclo continuo, la capacità di gestire lo stress è un fattore-chiave di successo.

Necessaria la conoscenza fluente della lingua inglese.





Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per informazioni maggiori leggi la privacy policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie Chiudi il banner