CIR NEWS NR. 21 "LA PIANIFICAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA: IL CICLO DI PROFITTO"

23 novembre 2014


Riprendendo quanto riportato in CIR News di fine settembre, definiamo il Budget il documento che riassume flussi attesi di costi e ricavi, entrate e uscite, per uno specifico periodo contabile futuro (di solito un anno). Per elaborare un budget la Direzione Aziendale deve analizzare innanzitutto il ciclo di profitto per il nuovo periodo operativo prevedendo quindi vendite, costi operativi, e investimenti necessari al realizzarsi del piano.
In sintesi il ciclo di profitto si compone di 5 passi essenziali:
 
Stima delle vendite
•  Analisi del mercato (fattori esterni):
   1)   Fattori macroeconomici
   2)   Regolamentazioni
   3)   Analisi della concorrenza
   4)   Domanda dei clienti
•  Definizione degli obiettivi di vendita
•  Marketing mix (fattori interni):
  1)   Assortimenti (gamma prodotti / introduzione nuovi prodotti / qualità prodotti)
  2)   Politica prezzi (politica di mark up, listini, gestioni valute)
  3)   Programmi di marketing / comunicazione
 4)  Politica distributiva (mercati / canali / sistemi di vendita)
 
 
 
Previsione dei costi operativi
•  Analisi dei costi variabili
  1)   Politica di acquisto (qualità / gestione fornitori )
  2)   Gestione della produzione (processi produttivi / qualità / efficienza operativa)
  3)  Gestione delle scorte (lotti di acquisto / livelli e processi di riordino)
•  Analisi dei costi non variabili
  1)   Costo del lavoro (politica retributiva / formazione / gestione del turnover)
  2)   Costi generali (analisi per voce di costo / politiche di outsourcing / economie di scala)
Determinare il livello di investimento necessario in funzione di:
•  Adeguamento delle strutture aziendali (mantenimento)
•  Politiche di sviluppo
•  Miglioramento della qualità
Calcolare il profitto atteso come risultato dei 3 punti precedenti
 
Chiudere il ciclo di profitto e verificare le ipotesi chiave:
•  Creare dei modelli di simulazione, che evidenzino la sensibilità del risultato al variare delle variabile chiave. 
•  Inserire il risultato delle simulazione in una tavola di sintesi del “rischio variabilità”
Il ciclo di profitto determina in sostanza la sostenibilità economica del progetto e l’esplicitazione degli obiettivi di vendita e di risultato attesi. Tuttavia è necessario, prima della sua pubblicazione, di un passaggio fondamentale ovvero la previsione del Ciclo di cassa, che esplicita come i risultati economici si traducono in liquidità.
Ma di questo ne parleremo la prossima volta
 
DIVISIONE CONTROLLO DI GESTIONE




Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per informazioni maggiori leggi la privacy policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie Chiudi il banner