CIR NEWS NR. 31 "SPEED-DATING: IL NUOVO MODO PER FAR INCONTRARE DOMANDA E OFFERTA NEL MERCATO DEL LAVORO"

19 aprile 2015

Il progetto era sfidante, la posta in gioco alta.
Abbiamo accettato.
A fianco di Wine Meridian, web magazine dedicato alle cantine italiane che vogliono internazionalizzare, su incarico di Vinitaly, abbiamo organizzato il primo evento di speed-dating pensato per mettere in contatto aziende vitivinicole e potenziali export o brand manager.
È stato un lavoro di squadra importante e avvincente, che ci ha tenuti con il fiato sospeso fino all’ultimo minuto.
Come andrà a finire?
Partiamo dal presupposto fondamentale: il bisogno delle aziende di entrare in contatto con figure commerciali specializzate nello sviluppo dei mercati esteri è palese e dichiarato.
Sapevamo quindi di agire in un

 contesto dove “c’è fame” (anzi sete) di candidati competenti, motivati e capaci di portare un contributo sostanziale.L’internazionalizzazione infatti, per la maggior parte delle imprese oggi è diventata un motore essenziale di sviluppo.
Come andrà a finire?
La formula che abbiamo scelto per l’evento rappresentava un’incognita: nessuno aveva mai osato prima di noi.
Ma chi non risica non rosica...
E quindi speed-dating: 10 minuti di colloquio, istanti che corrono veloci per i candidati che devono presentarsi e centrare il bersaglio, solo brevi accenni dall’azienda che deve esprimere il proprio fabbisogno.
Come andrà a finire?
Le opportunità scivolano veloci come la sabbia della clessidra e poi… cambio, si gira, nuovo candidato, nuova azienda, 10 minuti.
Fiato sospeso, tutte le energie assorbite da una logistica che si è rivelata complessa, all’interno di una cornice, quella del Vinitaly, entusiasmante e a tratti delirante.
Come andrà a finire?
La campanella scandisce i tempi, i candidati ruotano tra i tavoli, scambi di biglietti da visita, colloqui che si interrompono forzatamente, inviti a rivedersi nei padiglioni per un approfondimento, candidati che con tenacia (e faccia tosta) aspettano di avere altre opportunità… perchè l’evento è più unico che raro e va sfruttato fino in fondo.
C’è chi si è preparato, chi no, chi ha presidiato la nostra postazione con pazienza e determinazione, chi non ha saputo sfruttare l’occasione, chi si è ritirato all’ultimo e chi si è inserito all’ultimo: insomma c’è chi ha instaurato relazioni e chi no.
Succede così.
Sempre e comunque.
Come andrà a finire?
Lo dirà la storia.
Noi ci siamo promossi!
E lo hanno fatto anche le aziende e i candidati coinvolti.
Tutte le cantine intervistate hanno espresso pareri favorevoli sul format che ha dato una concreta possibilità di fare una prima scrematura delle candidature: passa o non passa.
Aziende che a distanza di due giorni hanno ricevuto via mail i CV di tutte le persone che hanno partecipato all’evento: quelle incontrate e quelle no.
I candidati, dal canto loro, hanno espresso soddisfazione per essere riusciti a presentarsi in maniera corretta e adeguata e hanno apprezzato l’occasione di poter interfacciarsi direttamente con l’azienda, anzi, con più aziende in un breve lasso di tempo.
 
È per questo che organizzeremo altre iniziative in grado di supportare le imprese a incontrare possibili collaboratori utili allo sviluppo della loro attività di internazionalizzazione.
Non solo per il mercato del vino.
Vogliamo offrire questa vantaggiosa opportunità anche ad altri settori che manifestano lo stesso bisogno.
Vogliamo innovare il nostro modo di lavorare, creare occasioni per sostenere lo sviluppo di un mercato del lavoro che da una parte offre opportunità importanti (perchè aziende che vanno bene ce ne sono, eccome se ce ne sono….) e che dall’altra annovera professionalità davvero interessanti (e noi lo sappiamo bene: li incontriamo tutti i giorni).
Vogliamo diventare catalizzatori di una vera crescita delle imprese: quella fatta attraverso la scelta delle persone.
E ci piace farlo a modo nostro, con creatività e un pizzico di rischio.
 
 
DIVISIONE RISORSE UMANE




Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per informazioni maggiori leggi la privacy policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie Chiudi il banner